Nella quiete del Dall'Ara Gabigol suona la sveglia.

Bologna; Bologna Fc 1909; Bologna-Inter; Fc Inter; Gabigol;
 di Gianluca Sarti Twitter:   articolo letto 25 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Nella quiete del Dall'Ara Gabigol suona la sveglia.

Partita molto poco spettacolare quella andata in scena oggi al Dall'Ara fra Bologna e Inter, con due squadre che fin dai primi minuti si annullano a vicenda permettendo l'esistenza di pochissime azioni offensive, quantomeno nel primo tempo. Si potrebbe anche fare qualche critica all'operato dell'arbitro, che nega un rigore ad un Bologna che ha comunque faticato a sfondare la retroguardia nerazzurra. 

Come già detto, il primo tempo è stato principalmente all'insegna della noia, tanto da far ironizzare, sui social, i tifosi di tutte le squadre a proposito di un riposino pomeridiano al termine del consueto pranzo domenicale con i parenti. Due sono state le occasioni offensive degne di nota, una per parte, con Palacio che spara alto a pochi centimetri dalla linea di porta ed il Bologna che, spingendosi in avanti contro una difesa avversaria in ritardo, è riuscito a trovare soltanto le braccia di Handanovic, con un'azione che si è quindi rivelata inutile anche ai fini statistici. 

Il secondo tempo si riapre seguendo il copione del primo, con l'unica differenza per quanto riguarda la pericolosità del Bologna aumentata sul piano quantitativo ma rimasta invariata sul piano concreto. Con il passare dei minuti la sete di vittoria dell'Inter cresce, regalando quindi più spazi anche ai felsinei che, ogni volta che arrivano in area, trovano difficoltà nella conclusione. Fino a quando non arriva una prima, concreta, protesta dei rossoblù per un fallo da rigore ai danni di Dzemaili che l'arbitro, molto vicino all'azione, decide di non sanzionare. 
Si aprono così le porte al vantaggio nerazzurro quando, al 74', un Candreva poco incisivo lascia il posto a Gabriel Barbosa, oggetto misterioso di questa Inter, al quale servono soltanto 6 minuti per non ripetere l'errore di Palacio e trovare il gol-vittoria.
Nei minuti finali ci sarà poi una spinta offensiva del Bologna, sospinto sulle fasce da Verdi e Krejci, che ogni volta risultano essere fra i migliori in campo per i rossoblù, ed il giovane Petkovic, chiamato quest'oggi a sostituire l'infortunato Destro, ma la difesa interista riesce ad assorbire il colpo senza cedere e porta a casa una utile e, forse, meritata vittoria.